Domenica 19 Marzo 2017

Domenica 19 Marzo 2017, il Giardino Monumentale sarà aperto con orario continuato dalle 10:00 alle 18:00. Visite guidate al mattino (11.15 circa) e al pomeriggio (dalle ore 15:00 circa).

Inoltre, nell’area delle Antiche Scuderie, dalle 11.30 alle 18:00, Gaia prepara al momento panzerotti, torta margherita, torta sacher, strudel e torta svizzera, con noci e caramello mou, accompagnati da vin brulè, mela brulè”. Per concludere in bellezza una visita guidata e una bella passeggiata tra gli alberi secolari

Apertura di Sabato, Domenica e festivi, dalle 10:00 alle 18:00/19:30 (19:30 in Aprile dopo il cambio d’ora) e dalle 10:00 alle 13:00 e dalle 14:00 alle 18:00/19:30 tutti i giorni feriali. Sabato, Domenica e festivi, visite guidate a partire da 5,00 € a persona, oltre al costo del biglietto d’ingresso (per saperne di più clicca QUI’)…seguiteci anche su Facebook: Giardino Barbarigo Valsanzibio.

Aspettando la primavera a Valsanzibio.

Domenica 12 Marzo 2017, dalle 11:30 alle 18:00, Gaia prepara al momento nell’area Scuderie panzerotti, patatine fritte, torta sacher, strudel e torta svizzera, con noci e caramello mou, Accompagnati da vin brulè e mela brulè. Ottimo per concludere in bellezza una visita guidata e una bella passeggiata tra gli alberi secolari.

Apertura di Sabato, Domenica e festivi, dalle 10:00 alle 18:00/19:30 (19:30 in Aprile dopo il cambio d’ora) e dalle 10:00 alle 13:00 e dalle 14:00 alle 18:00/19:30 tutti i giorni feriali. Sabato, Domenica e festivi, visite guidate a partire da 5,00 € a persona, oltre al costo del biglietto d’ingresso (per saperne di più clicca QUI’)…seguiteci anche su Facebook: Giardino Barbarigo Valsanzibio.

Valsanzibio protagonista di “Paesi, Paesaggi su Canale 5, Striscia la notizia

Il direttore artistico Davide Rampello, nel programma “Paesi e Paesaggi”, in onda durante la trasmissione Striscia la notizia su Canale 5, ha fatto tappa a Valsanzibio, raccontando così l’area del Parco Colli e del Giardino Monumentale: “La Natura ha regalato questi dolci rilievi coperti di boschi, vigneti e corsi d’acqua. Nel cuore di questo Paradiso naturale, l’Uomo ha realizzato il proprio Paradiso: un giardino unico al mondo!” Gran interesse hanno suscitato le tecniche arcaiche ancora usate- uniche possibili e le più sicure- per potare il labirinto e le pareti di bosso alte fino a 5 metri, uniche al mondo. E Rampello conclude dicendo “Non è un sogno, è l’Italia della qualità”.

La puntata è andata in onda

Venerdì 3 marzo, 2017

Clicca QUI’ per il link della trasmissione

Narra poi:
“Immaginate un racconto di oltre 10 ettari, che narra il cammino dell’Uomo dalla sofferenza alla redenzione. Ogni pianta, ogni statua, ogni goccia d’acqua ha un preciso significato e la missione di Armando Pizzoni è conservarlo com’era in origine, oltre 350 anni fa!”

Questo Giardino, negli ultimi anni visitato dai turisti da tutto il mondo, viene riconosciuto sempre più come Patrimonio dell’Umanità, un bene privato dove vi è un grande impegno nella tutela e salvaguardia. Aperto tutti i giorni da fine febbraio a dicembre, è visitabile dalle 10 del mattino al tramonto. Realizzato a metà del ‘600 per volere della famiglia Barbarigo su progetto di Luigi Bernini, fontaniere pontificio fratello minore di Gianlorenzo, questo museo all’aria aperta negli ultimi anni ha visto moltiplicare i propri visitatori, provenienti da tutt’Italia e da tutto il mondo, grazie alla crescita del turismo sui Colli Euganei (stimata attorno al 30% in più nell’ultimo anno) ad una crescente visibilità nel web e nei media internazionali che sempre più dedicano ampi reportage a questa proprietà ai piedi dei Colli Euganei, da secoli meta di vacanza di nobili famiglie veneziane e ancor prima degli Scrovegni.

Clicca QUI’ sotto per vedere l’articolo uscito sul Gazzettino:

«Un Paradiso di verde»

di Gigi Bignotti

Inoltre, cliccate QUI’ sotto per vedere l’articolo uscito su Style.corriere (inserto del Corriere della Sera), dove Valsanzibio viene annoverato tra i 10 parchi d’Italia da non perdere.

SLOW MOOD: 10 PARCHI DA NON PERDERE

di Beba Marsano

Primavera al Giardino monumentale di Valsanzibio

Il Giardino di Valsanzibio, negli ultimi anni sempre più ammirato dai turisti da tutto il mondo e riconosciuto come Patrimonio dell’Umanità, un bene privato dove vi è un grande impegno nella tutela e salvaguardia, presenta un calendario ricco di appuntamenti da vivere all’aria aperta.

Ogni fine settimana ci sono visite guidate, al fine di conoscere l’alta simbologia del luogo, l’arte e la botanica…(per saperne di più clicca QUI’ e/o segui gli aggiornamenti QUI’ alla voce ‘NEWS’ o vai anche alla nostra pagina di Facebook: Giardino Barbarigo Valsanzibio).

Da domenica 26 marzo si alterneranno numerosi eventi.

Tra questi la rassegna letteraria di primavera “Letture tra gli alberi secolari”. Una rassegna di libri e guide realizzati da noti giornalisti, scrittori e studiosi del giardino. Presentazione ai visitatori del Giardino di Valsanzibio a cura degli autori, seguirà lettura sul prato nell’area non monumentale del Giardino all’ombra degli alberi secolari.

E ancora, da aprile, visite guidate con degustazioni finali, dal tea delle cinque agli aperitivi al tramonto, con un’ampia proposta di aziende leader del territorio.

Domenica 16 e lunedì 17 aprile, Pasqua e Pasquetta, colazioni e merenda sull’erba, in collaborazione con street food di qualità.

Il 18 giugno si festeggia San Gregorio Barbarigo, vescovo di Padova che a Valsanzibio fece la prima comunione e che ispirò l’alta simbologia del Giardino.

L’obiettivo è quello di far emozionare i visitatori, facendo rivivere i fasti della Serenissima Repubblica.

Per ulteriori info seguite gli aggiornamenti QUI’ alla voce ‘NEWS‘ o andate alla nostra pagina di Facebook: Giardino Barbarigo Valsanzibio.

Rassegna letteraria Giardino Monumentale di Valsanzibio

“Letture tra gli alberi secolari”

Primavera 2017

Una rassegna di libri e guide realizzati da noti
giornalisti, scrittori e studiosi del giardino

Presentazione ai visitatori del Giardino a cura degli autori

Seguirà lettura con gli autori sul prato nell’area non monumentale
del Giardino all’ombra degli alberi secolari

Questa primavera il Giardino Monumentale di Valsanzibio ospita una rassegna letteraria dedicata al mondo del Giardino e non solo. Da domenica 26 marzo a domenica 18 giugno saranno presentati, a volte a più voci, libri e guide.

Inizierà la rassegna Simonetta Chiarugi e Camilla Zanarotti con “ Più orto che giardino, domenica 9 aprile sarà ospite Chiara Giacobelli autrice di “101 cose da fare in Veneto almeno una volta nella vita”, seguirà Beba Marsano domenica 23 aprile con “Vale un viaggio. 101 meraviglie d’Italia da scoprire”, sarà poi il momento, domenica 7 maggio, delle autrici venete che hanno dato vita a “Io sono il nord est”. Presente Francesca Visentin, Micaela Scapin e Maria Pia Morelli. Domenica 21 maggio sarà presentato “L’Italia dei giardini. Viaggio attraverso la bellezza tra natura e artificio”, nuova guida del Touring Club Italiano, Associazione Parchi e Giardini d’Italia, 2016 . Interverranno Antonella Pietrogrande e Patrizio Giulini. Domenica 4 giugno sarà il momento di D Giulio Osto, autore del garden experience book “Il labirinto della vita. Un viaggio spirituale nel Giardino di Valsanzibio.” Domenica 18 giugno, giorno in cui Valsanzibio festeggia San Gregorio Barbarigo, Leandro Barsotti presenta il suo nuovo romanzo “L’amore resta”. Seguiranno letture in compagnia degli autori sotto gli alberi secolari.
La partecipazione prevede il regolare biglietto d’ingresso.

Calendario

1. Domenica 26 marzo ore 16.30 “Più orto che giardino” di Simonetta Chiarugi e Camilla Zanarotti, edito Mondadori

2. Domenica 9 aprile ore 16,30 “101 cose da fare in Veneto almeno una volta nella vita” di Chiara Giacobelli, Newton Compton Editori

3. Domenica 23 aprile ore 16.00 “Vale un viaggio. 101 meraviglie d’Italia da scoprire” di Beba Marsano, Cinquesensi editore. disponibile anche nella versione inglese: ITALY’S HIDDEN TREASURES. 101 marvels worth the trip to discover

4. Domenica 7 maggio ore 16.30 “Io sono il nord est” di Francesca Visentin, Apogeo Editore. Presenterà il libro con le scrittrici Micaela Scapin e Maria Pia Morelli

5. Domenica 21 maggio ore 16.30 “L’Italia dei giardini. Viaggio attraverso la bellezza tra natura e artificio“, Touring Club Italiano, Associazione Parchi e Giardini d’Italia, 2016 Touring Editore. Presentazione a cura di Antonella Pietrogrande e Patrizio Giulini.

6. Domenica 4 giugno ore 16.30 “Il labirinto della vita. Un viaggio spirituale nel Giardino di Valsanzibio” di Don Giulio Osto. Libro disponibile in italiano, tedesco, inglese e francese, Proget Edizioni

7. Domenica 18 giugno ore 16.30 “L’amore resta” il nuovo romanzo di Leandro Barsotti. Edito da L’Orto della Cultura.

Presentazione degli autori presenti

Simonetta Chiarugi Dopo aver lavorato nell’ambito della moda lascia la carriera di stilista per dedicarsi al giardinaggio a tempo pieno. Realizza mostre sul tema ed eventi legati al verde oltre a occuparsi di garden design per committenti pubblici e privati. Scrive per varie riviste specializzate. Nel 2010 crea “Aboutgarden”, il suo blog di giardinaggio. Nel 2013 approda sui canali tematici televisivi di QVC con una rubrica in pillole dal titolo “Buon Gardening”. Ha già pubblicato con Mondadori “Buon Gardening!”.

Camilla Zanarotti Agronoma e architetto del paesaggio, dopo una lunga attività come musicista e compositrice si occupa di progettazione e restauro di parchi e giardini con importanti riconoscimenti in concorsi internazionali. Ha curato il restauro di giardini storici tra cui quello del Complesso monumentale Brion di Carlo Scarpa ad Altivole (TV), e collabora con Enti Pubblici e studi professionali per la realizzazione del verde. Ha pubblicato il libro I giardini delle ville venete con foto di Dario Fusaro.

Chiara Giacobelli Giornalista e scrittrice. Classe 1983, tiene un blog culturale sull’Huffington Post e collabora con varie testate, tra cui Affari Italiani, Bell’Italia, In Viaggio, Luxgallery. Ha già al suo attivo undici libri pubblicati, compreso il saggio biografico Furio Scarpelli. Il cinema viene dopo che si è aggiudicato numerosi premi e il romanzo di successo Un disastro chiamato amore. Nel 2016 ha dato alle stampe la guida 101 cose da fare in Veneto almeno una volta nella vita e si è aggiudicata il premio Golden Media Marche, dedicato alle eccellenze marchigiane nell’ambito della comunicazione e dell’editoria.

Beba Marsano Genovese di nascita, milanese d’adozione, cosmopolita per vocazione, Beba Marsano è giornalista, critica e storica dell’arte, esperta di turismo culturale. Scrive e ha scritto per le maggiori testate nazionali: Corriere della Sera, Panorama, Oggi, Capital. Ha curato mostre, eventi e monografie di numerosi artisti contemporanei. Come autrice ha collaborato con Rai Uno e pubblicato con Electa Mondadori e Moshe Tabibnia. Questo volume segna il debutto con Cinquesensi Editore.

Francesca Visentin Giornalista professionista, da oltre trent’anni nelle redazioni dei giornali, partendo dal Mattino di Padova, passando per Il Gazzettino e approdando nel 2002 nella redazione del Corriere della Sera del Veneto, dove lavora attualmente. Cronista “on the road” per vent’anni. Da almeno dieci anni in prima linea su pari opportunità, diritti e contro la violenza (in ogni sua forma), si occupa spesso di questi temi anche sul mio blog Donne & Uomini http://venetoblog.corrieredelveneto.corriere.it/author/francesca-visentin/ su www.corrieredelveneto.it E’ stata corrispondente per il Veneto di Il Giornale e per il settimanale Gente. Ho lavorato alla Rai redazione di Roma, a Repubblica cronaca di Roma, e come corrispondente dal Veneto dell’agenzia stampa Agl

Micaela Scapin Giornalista professionista è profondamente radicata nel territorio veneto e nazionale. Dal 1997 è impegnata nel settore della comunicazione esterna: ha fondato lo studio M: Comunicazione che si occupa di consulenza in comunicazione esterna, uffici stampa, media Pr ed organizzazione eventi. È contributor per Dove.it, Gruppo Rizzoli. Il suo primo romanzo Svegliati sono le nove è edito da Supernova; ha scritto inoltre il racconto Scusate per il disturbo edito da Linea edizioni.

Maria Pia Morelli. Fin da giovane ha coltivato il gusto della bellezza, viaggiando in Italia e all’estero. Girando il mondo per diletto, per studio e per lavoro ha colto le opportunità di approfondire il contatto con culture e civiltà diverse. Dal gennaio 2010 presidente dell’Istituto internazionale di ricerca per gli studi su Canova e il neoclassicismo di Bassano del Grappa. Dopo la laurea e il master di marketing internazionale è responsabile marketing del gruppo “Concorde Invest S.p.A.” di Fiorano Modenese. Nel 1989 ha fondato insieme all’ex marito Paolo Serraiotto un’azienda di piastrelle dipinte a mano, Decoratori Bassanesi, oggi nota realtà industriale in Italia e all’estero nel settore lusso del comparto ceramico. Nel 2007 curatrice della rubrica di impresa e cultura del mensile Nord est Europa.it e poi collaboratrice di Il giornale di Vicenza e con Industria Vicentina. Nello stesso anno ha pubblicato con i tipi di Marsilio Editori, Venezia, Parole incrociate: storie di gente che ce l’ha fatta. Ha intervistato e scritto la storia di dodici imprenditori per il numero di luglio-agosto 2008 della rivista L’imprenditore, organo di Confindustria nazionale. Nell’aprile 2014 il primo romanzo Cercava i nidi sugli alberi, uscito con i tipi di Palombi Editori. E’ una delle scrittrici selezionata dal circuito internazionale “Libri d’Acqua”, promosso da Vera Slepoj. Il 1 settembre 2015 ha fondato insieme a due soci il marchio “Agata allegra” che produce in Italia capi di vestiario destinati a bambine dai 6 ai 14 anni mettendo a profitto gli insegnamenti di mia madre Ernestina, sarta di straordinaria bravura.

Antonella Pietrogrande è il coordinatore del Gruppo Giardino Storico dell’Università di Padova per il quale si occupa del progetto scientifico e dell’organizzazione dell’annuale corso di aggiornamento sulla cultura del giardino e del paesaggio. Ha pubblicato più di sessanta saggi sulla storia del giardino, in particolare veneto, approfondendo il tema dei rapporti fra giardino, teatro e letteratura.

Patrizio Giulini, già docente di Botanica ed Ecologia vegetale presso l’Università di Padova. In qualità di botanico storico è stato membro del Comitato Nazionale per i Giardini Storici del Ministero dei Beni Artistici e Culturali. Fondatore del Gruppo Giardino Storico dell’Università di Padova, è autore di 140 lavori scientifici, editor e coautore di volumi di interesse ambientale e storico.

Giulio Osto è un presbitero della Diocesi di Padova, scrittore, saggista e docente di teologia presso la Facoltà Teologica del Triveneto nella sede di Padova (www.fttr.it). Ha studiato a Padova e a Roma e si interessa di estetica, ecumenismo e dialogo interreligioso. Apprezzato conferenziere ed experience designer, anima numerose iniziative di formazione e ricerca in ambito nazionale. Collabora con diverse realtà culturali e riviste tra le quali Dall’Alba al Tramonto e Servizio della Parola. Ha pubblicato diversi articoli e i seguenti libri: Un pentagramma teologico. Musica e teologia nella Cantata 140 di J.S. Bach (Messaggero, 2010); Diversamente credenti. Un aperitivo tra cristiani e atei (Tau, 2012); Gocce di benedizione (Effatà, 2015); Il labirinto della vita. Un viaggio spirituale nel Giardino di Valsanzibio (Proget, 2015), 2^ Ed. riveduta e ampliata e trad. inglese, francese e tedesca (Proget, 2016); Cantiamo Torreglia. Una poesia di Niccolò Tommaseo (Proget, 2017). Ha curato l’antologia Parola e Mistero. Premio San Sabino. Ottava Edizione (Proget, 2015).

Leandro Barsotti è cantautore, giornalista e scrittore. Ha pubblicato sette album, ha partecipato una volta al premio Tenco e due volte al festival di Sanremo, ha pubblicato un cd libro sulla vita di Gainsbourg. “L’amore resta” è il suo primo romanzo, edito da L’Orto della Cultura. Leandro Barsotti lavora nel quotidiano Mattino di Padova dove ricopre il ruolo di caporedattore. Nell’ottobre 2015 ha dato vita a una rubrica quotidiana sui social e sul web www.mattinopadova.it dal titolo “Buongiorno Mattino” in cui commenta notizie o intervista personaggi.

SABATO 25 FEBBRAIO 2017 – RIAPERTURA DEL GIARDINO

Sabato 25 Febbraio 2017

il Giardino Monumentale di Valsanzibio

Riapre i cancelli per un’altra frizzante stagione

Apertura di Sabato, Domenica e festivi, dalle 10:00 alle 18:00/19:30 (19:30 dopo il cambio d’ora) e dalle 10:00 alle 13:00 e dalle 14:00 alle 18:00/19:30 tutti i giorni feriali. A partire da questo fine settimana, Sabato, Domenica e festivi, visite guidate a partire da 5,00 € a persona, oltre al costo del biglietto d’ingresso (per saperne di più clicca QUI’)…seguiteci anche su Facebook: Giardino Barbarigo Valsanzibio.

In attesa di averVi nostri ospiti, godeteVi gli ultimi due articoli che parlano del Giardino di Valsanzibio:
- Il primo pubblicato sull’importante e molto seguito sito Americano dedicato al ‘Viaggiatore’ (Traveler)

WHERE

‘Lose (or Find) Yourself In These

Mystifying Mazes and Labyrinths

Valsanzibio Monumental Garden Labyrinth’

(Clicca sopra per visionare l’articolo)

- Il secondo pubblicato sul sito ‘ABOUTGARDEN’

ABOUTGARDEN

‘Giardino Barbarigo a Valsanzibio’

(Clicca sopra per visionare l’articolo)

BUON ANNO

Vi auguriamo un 2017

Frizzante come l’acqua delle fontane e

Forte come gli alberi secolari!

Lo Staff del Giardino Monumentale di Valsanzibio
Villa Barbarigo Pizzoni Ardemani

——–O——–

Passeggiate guidate in Giardino di inizio anno

Fino a Domenica 8 Gennaio 2017 alle 11:15 & alle 14:15 circa
il Giardino propone la possibilità di partecipare
a Passeggiate Guidate di inizio anno.

A condurvi nelle passeggiate le guide esperte del Giardino,
che illustreranno storia, allegorie, botanica e tecniche di potatura.
Avvisiamo che le fontane non potranno essere funzionanti
(di notte la temperatura va sotto lo zero e l’acqua nelle tubature può ghiacciare)

Ogni visita avrà durata di un’ora e mezza,
il costo è di 15,00 € a persona.

Prenotazione obbligatoria, la visita si farà con un minimo di 5 iscritti.

Prenotazioni:
[email protected]
335 5634918

Per la regolare riapertura, l’appuntamento è per

Sabato 25 Febbraio 2017

Chi desideri visitare il Giardino in Gennaio e Febbraio,
è possibile solo su prenotazione e con guida
per maggiori informazioni cliccare QUI’.

Visite guidate – Mercoledì 28 dicembre, 10:30, Venerdì 30 e Sabato 31 dicembre, 14:15

Passeggiate guidate in Giardino di fine anno

grazie alle splendide giornate di sole,
Mercoledì 28 dicembre alle 10:30,
Venerdì 30 e Sabato 31 dicembre alle 14:15
il Giardino propone la possibilità di partecipare a Passeggiate Guidate di fine anno.

A condurvi nelle passeggiate le guide esperte del Giardino,
che illustreranno storia, allegorie, botanica e tecniche di potatura.
Avvisiamo che le fontane non potranno essere funzionanti
(di notte la temperatura va sotto lo zero e l’acqua nelle tubature può ghiacciare)

Ogni visita avrà durata di un’ora e mezza, il costo è di 15,00 € a persona.

Prenotazione obbligatoria, la visita si farà con un minimo di 5 iscritti.

Prenotazioni:
[email protected]
335 5634918

Per la regolare riapertura, l’appuntamento è per

Sabato 25 Febbraio 2017

Chi desideri visitare il Giardino in Gennaio e Febbraio, è possibile solo
su prenotazione e con guida – per maggiori informazioni cliccare QUI’.

DAL 12 DICEMBRE VISITE SOLO SU PRENOTAZIONE – RIAPERTURA SABATO 25 FEBBRAIO 2017

Chi desideri visitare il Giardino durante le festività natalizie o nei mesi invernali di chiusura, è possibile solo su prenotazione e con guida – per maggiori informazioni cliccare QUI’.

per la regolare riapertura, l’appuntamento è per

Sabato 25 Febbraio 2017

Sotto due belle foto fatte il 13 Dicembre 2016
un sentito grazie al Professore Lucio Montecchio

APERTURA FINO A DOMENICA 11 DICEMBRE 2016

Condizioni climatiche permettendo, il Giardino sarà regolarmente aperto fino a Domenica 11 dicembre 2016. Poi chiuderà per la pausa invernale poiché le fontane non potranno essere funzionanti se di notte la temperatura scenderà sotto lo zero.

Chi desideri visitare il Giardino durante la festività dell’Immacolata Concezione è gradita la prenotazione.  Il Giardino sarà aperto dalle 10:00 fino alle 16:00 con orario continuato nei giorni 8, 9, 10 e 11 dicembre 2016.

Per la regolare riapertura, l’appuntamento è per fine Febbraio 2017.

Chi desideri visitare il Giardino durante le festività natalizie o nei mesi invernali di chiusura, è possibile solo su prenotazione e con guida – per maggiori informazioni cliccare QUI’.

VISITE GUIDATE TUTTI I FINE SETTIMANA DI NOVEMBRE

Visite guidate all’insegna della storia,
delle allegorie, della botanica e delle geometrie vegetali
del Giardino Monumentale di Valsanzibio

Come è stato per tutto il lungo ponte di fine Ottobre e 1° Novembre, il Giardino Monumentale di Valsanzibio organizza visite guidate alla scoperta delle allegorie del Giardino tra il foliage d’autunno (durata circa 60 minuti).

Tours circa alle ore 11:00 e alle ore 15:00.
Questi tours hanno una maggiorazione del prezzo del
biglietto d’ingresso di 5,00 € a persona.

Inoltre, verranno organizzate visite di circa 90 minuti (ad eccezione di Domenica 6 Novembre 2016) dove ,oltre alla storia e le allegorie del Giardino, verrà toccato l’importante aspetto botanico di Valsanzibio e verranno spiegate e illustrate alcune delle tecniche di potatura tra cui le potature dei bossi secolari nel parterre difronte alla Villa…con le piramidi appena potate e eccezionalmente aperto per queste visite guidate.

Invalid Displayed Gallery

Tours circa alle ore 11:00 e alle ore 15:00.
Questi tours hanno una maggiorazione del prezzo del
biglietto d’ingresso di 10,00 € a persona.

Invalid Displayed Gallery

Inoltre, condizioni climatiche permettendo, il Giardino sarà regolarmente aperto fino a Domenica 11 dicembre 2016 e, solo su prenotazione, anche durante la pausa invernale
(clicca QUI’ per maggiori informazioni)

Infine, Vi segnaliamo l’ultima pubblicazione del Giardino Monumentale
di Valsanzibio nella galleria fotografica del sito web di
Where Venice (cliccare QUI’ per visionare la galleria fotografica)

e l’ultimo VIDEO, sempre del Giardino
Monumentale di Valsanzibio, su YouTube
PAESAGGIO FOTOVALSANZIBIO -Novembre 2016

GRAZIE A TUTTI PER CONTINUARE A RITRARRE E
A PARLARE DI QUESTO IMPAREGGIABILE LUOGO