La Grotta dell’Eremita, nel simbolico percorso di purificazione iniziato al Padiglione di Diana, è il luogo dove si viene a meditare, a riflettere su quello che si è compreso dopo aver affrontato il percorso del Labirinto.  Questa simbolica grotta rappresenta anche un ‘passo’ della vita di San Gregorio Barbarigo.  Infatti, il vero desiderio del Santo era quello di diventare un eremita esclusivamente devoto a Dio.  Cosa impeditagli sia dalla famiglia, perché un Barbarigo poteva diventare Cardinale, Vescovo forse anche Papa (come cardinale partecipò a 4 conclavi – 1667, 1676, 1689 e 1691 – e fu vicino ad essere eletto Papa – forse fu proprio lui a declinare la possibilità!), ma mai un eremita,  che da Papa Chigi, Alessandro VII:  un personaggio della statura di Gregorio non poteva chiudersi in eremitaggio, ma doveva mettere la sua fede al servizio degli altri.

Do NOT follow this link or you will be banned from the site!